.
Ecco perchè l'economia italiana non si riprende...
contributo inviato da fabio1963 il 23 marzo 2017
C'è un grande problema demografico in Italia: nascono circa 50.000 bambini in meno all'anno di quelli che servirebbero x sostituire i vecchi.
Poi emigrano circa 100.000 giovani con titolo di studio ogni anno.
Vengono sostituiti da 150.000 migranti che hanno un titolo di studio equivalente a -3. Sì avete capito bene è negativo, ci vorranno 3 anni solo perché acquisiscano la capacità di sopravvivenza base di un bambino.
Arrivano in Italia senza mai aver visto un medico, senza vaccinazioni, e senza assicurazione sanitaria provocando un impatto disastroso sul nostro SSN.
Saranno impiegati per almeno 5 anni come schiavi nell'economia agricola e manifatturiera del SUD mafioso.
Il saldo negativo solo per il titolo di studio è -20 a persona, cioè ogni anno abbiamo un impoverimento culturale totale di - 3000.0000 di anni.
Considerato che per far arrivare al titolo di studio un giovane si spendono circa 200.000 euro pro-capite, ogni anno l'Italia perde 30 miliardi di euro solo per il gap culturale.
Poi va considerata la voragine provocata al SSN che ammonta circa a 15-20 miliardi di euro.
Praticamente i profughi ci costano circa 50 miliardi di euro all'anno.
I pochi che pagano le tasse verserebbero all'erario e all'INPS circa 10 miliardi di contributi all'anno.
Il saldo negativo è quindi di 40 miliardi di euro all'anno.
Il governo italiano sembra convinto che l'abbondanza di manodopera a basso costa possa rilanciare la nostra industria manifatturiera. Ma è un grave errore di valutazione, perché per battere la Cina occorre una manodopera altamente specializzata come quella tedesca.
Invece la manodopera straniera può fare lavori non specializzati in catena di montaggio largamente inferiori a quelli cinesi come qualità e tecnologia.
Perciò la nostra economia non si riprenderà mai, anche perché gli imprenditori italiani e i loro figli sono inferiori come qualità e capacità a quelli tedeschi.
La strada da seguire è quella del terziario evoluto e della industria manifatturiera come quella che avviene nelle fabbriche di Mercedes, Bmw e Porsche dove gli operai specializzati guadagnano 2500 euro al mese più premi di produzione.
Invece da noi si sta seguendo la strada opposta e perdente, dello stipendio basso e del lavoratore non specializzato.
Auguri industriali italiani perdenti ed evasori fiscali!

diffondi

del.icio.us digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks

commenti:

informazioni sull'autore
ISCRITTO AL GRUPPO DAL
3 febbraio 2011
attivita' nel gruppo