.
MAFIA CAPITALE: basta un nome per infangare una città!
contributo inviato da rossouomo il 28 aprile 2017
Lo capisco il pensiero unico e imperante impone di adeguarci al conformismo dei più rassegnati ad accettare questo Epiteto.

Il prefetto Gabrielli persona intelligente e di sensibilità  istituzionale ,appena insediato , ha inviato  i media ad utilizzare " La terra di mezzo" per indicare il nome dell'inchiesta che coinvolge Buzzi e Carminati & Co.

Dalla fine del 2014 in poi questa città ha accelerato il suo declino e non su vede luce.
Un fattore a mio avviso importante è l'idea di vivere in una città gestita da Clan Malavitosi , chi investirebbe in una città che ha questi presupposti? Quale imprenditore sano di mente affronterebbe un rischio del Genere?
Buzzi e Carminati hanno agito in maniera delinquenziale insediandosi in un sistema difettoso.

Non hanno portato i profughi nelle loro cooperative quelli venivano altrove.
Non hanno creato spazzatura ulteriore o hanno fatto licenziare spazzini nell' Ama che assumeva parenti negli Uffici.

Ho parlato con un dipendente della Cooperativa 29 Giugno e mi ha confermato che il trattamento  salariale è diminuito sensibilmente,  i diritti e le agevolazioni tolte la qualità del loro lavoro.

Mi Auguro che questa inchiesta finisca presto perché  temo che con la lentezza della giustizia qualcuno punti a fare salti carrieristici mettendo in curriculum  di aver istruito l''inchiesta mafiosa.

Per la Mafia del Brenta ,quella di Felice Maniero faccia d'-Angelo, il pluriassassino se la cavo' pentendosi pur avendo fatto uccidere diverse decine di persone , in Mafia Capitale c'è chi rischia 29 anni di Carcere per molto meno si perché un assassino  e una vita non possono essere paragonati ad una Tangente!

La corte dei Conti ha calcolato che il danno di questo sistema ha creato ammonterebbe a 20 milioni di Euro per la città. Fategli Pagare con gli interessi ma non si danneggi l'immagine della città. 

Le tangenti che sono passate per Milano Expo o per le opere di Venezia sono per qualità e importi largamente superiori. Ma lì la politica ,giustamente, ha dato il giusto peso e ha rigato dritto. MILANO è rinata Venezia resta Venezia la paramafiosa ROMA è in declino.


Ieri l'unico giornale che ha seguito il consiglio del prefetto di Roma è stato il Secolo d'Italia e la cosa un po' mi rattrista.


diffondi

del.icio.us digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks

commenti:

informazioni sull'autore
ISCRITTO AL GRUPPO DAL
28 gennaio 2008
attivita' nel gruppo