.
Salvabanche: famigerata e necessaria perchè?
contributo inviato da fabio1963 il 19 luglio 2018
A proposito della famigerata legge salvabanche volevo fare alcune precisazioni perchè ho notato che in giro c'è parecchia confusione:
  1. le banche sono state salvate in 2 modi: a) nazionalizzazione della maggioranza del MPS; b) meccanismo bad bank e new bank per le altre più piccole;
  2. la legge salvabanche non è una legge salvabanchieri perchè la maggioranza di loro sono indagati per Bancarotta Fraudolenta, Frode, Falso in bilancio, Falso prospetto e truffa per assenza di prospetto informativo;
  3. siccome in Italia molto prima del "bail in" esisteva già la protezione dei depositi fino a 100.000 euro, per lo Stato che siamo noi, è obbligatorio salvare le banche perchè farle fallire costerebbe di più, in quanto bisognerebbe risarcire tutti i correntisti;
  4. anche se non sembra l'Italia è un paese capitalistico, quindi le banche vanno salvate perchè la loro presenza costituisce un moltiplicatore monetario fino a circa 9 volte (con riserva frazionaria > 10% dopo Basilea3), quindi facendole fallire si creerebbe una depressione economica micidiale, con evaporazione dei crediti scritti nei libri contabili;
  5. la nazionalizzazione del MPS ha per ora salvato i piccoli investitori, ci hanno rimesso solo gli speculatori;
  6. Invece per le piccole banche ci sono state più vittime, però bisogna dire che un piccolo risparmiatore non dovrebbe mai fare un investimento che non capisce;
  7. Investire in BOT e BTP è già un atto capitalistico, investire in azioni bancarie e obbligazioni subordinate è un atto ultracapitalistico, mi fa ridere la gente che critica i comunisti, fanno i capitalisti e poi quando perdono i soldi si comportano come i comunisti;
  8. qualsiasi governo si fosse trovato in questa situazione avrebbe dovuto comunque salvare le banche;
  9. ci sono responsabilità del governo Monti che avrebbe dovuto ricapitalizzare le banche quando le leggi UE erano più favorevoli;
  10. ci sono responsabilità della Banca d'Italia e Consob che avrebbero dovuto intensificare i controlli. La B.d'I. costrinse MPS a salvare Banca 121 e Antonveneta, non prevedendo il moltiplicarsi degli sportelli appartenenti alla stessa banca nelle stesse piazze, e penalizzando gli imprenditori che avevano fidi contemporaneamente nelle 3 banche, che furono costretti a rientrare;
  11. oltre ai banchieri che hanno concesso crediti "immeritati" e incongrui alle imprese, bisogna dire che gli imprenditori non hanno restituito 200 miliardi alle banche, quindi la loro responsabilità è altissima!
(by Fabio Marinelli)

diffondi

del.icio.us digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks

commenti:

informazioni sull'autore
ISCRITTO AL GRUPPO DAL
3 febbraio 2011
attivita' nel gruppo